COME MANTENERE SEMPRE AL MEGLIO "IL NOSTRO AMORE PIU' GRANDE"

POCHE COSE FATTE BENE!

Partiamo dal semplice concetto, che ogni cosa a cui si da attenzioni, porta sempre ad un risultato positivo. Questo perchè si previene il problema prendendosi cura di quella cosa, accorgendosi subito se qualcosa potrebbe non funzionare. Mentre non dando troppe attenzioni o addirittura trascurando alcuni aspetti, ci si ritrova a dover risolvere il problema, sperando non abbia già avuto conseguenze gravi.

La cura del dettaglio fa la differenza, questo è il concetto. E chi ha fatto qualunque sport agonistico lo capisce, chi ha fatto carriera al lavoro e se l'è sudata, lo capisce. I nostri esempi sportivi più grandi, a cui prestiamo attenzioni, ne hanno addirittura fatto una ragione di vita, da Valentino Rossi ad Enzo Ferrari, da Ayrton Senna al neo pilota F1 Charles Leclerc, come molti altri. 

Quindi perchè non prenderne esempio???

FINE STAGIONE, PERIODO INVERNALE

Il periodo invernale è ottimo per prendersi cura della moto, si ha il tempo necessario per farlo e le officine hanno meno lavoro urgente, quindi possono offrire un servizio più attento, in generale. Meglio ancora nel periodo tra novembre/dicembre e gennaio, è tutto più calmo e le officine più libere.

Personalmente, alla moto ogni inverno, eseguo i lavori di routine. Dal tagliando motore, alla pulizia dei condotti di aspirazione e filtro aria, alla pulizia generica e completa più accurata (così si possono notare crepature, bulloni allentati, fili rovinati e molto altro), pulizia e lubrificazione trasmissione completa (pignone, corona e catena), se occorre rabbocco di liquidi vari, infine la revisione completa dei freni anteriori (si esatto, ogni anno, per chi va in strada anche 2/3 anni). Perchè nella mia breve esperienza, ho sentito fin troppe volte "mi è ceduto il freno anteriore e sono uscito dritto", per fortuna nessuno con danni irreparabili, qualcuno addirittura non si è fatto nulla, alcuni invece ne hanno avuto per mesi. Poi dico, anche se dovesse andarmi bene, perchè provare quell'orrenda sensazione??? Beh, per 150 euro all'anno, io non sono disposto a rischiare, prima per la mia sicurezza, poi per quella degli altri.

Ricordatevi sempre di iniziare un lavoro e di finirlo, o se non si ha il tempo, di segnare o scrivere in modo visibile, il lavoro svolto a metà, altrimenti potrebbe succedere che ci si dimentica di avvitare un bullone o altro, e non è un rischio che vale la pena di correre.

DURANTE LA STAGIONE, LE PICCOLE COSE CHE FANNO LA DIFFERENZA

Personalmente, ogni volta che ritorno dalla pista, ma va bene anche a chi torna da un giro lungo in strada, eseguo sempre dei lavori di routine. Dalla pulizia generica, così si possono notare nuovi difetti, bulloni allentati per le vibrazioni e usura dei vari componenti, alle pastiglie freno, alla trasmissione completa, se occorre faccio un rabbocco dei liquidi vari, ripristinando poi il tutto. Per chi come me, va in pista, bisognerebbe preparare la moto per la giornata successiva, cambiando corona o pignone, cambiando regolazioni sospensioni/leve/pedane ecc, per adattare il tutto alla pista di riferimento, della giornata in previsione. Ricordatevi di iniziare o finire il lavoro, sempre, oppure segnate o scrivete dove siete arrivati, evitare rischi inutili è sempre la prima regola.

DURANTE LE GIORNATE IN PISTA/STRADA, LE PICCOLE COSE CHE FANNO LA DIFFERENZA

A mio avviso e ascoltando anche chi ne sa più di me, ogni fine turno oppure ogni pausa dal breve giro in strada, anche tra una tappa e l'altra, verificare velocemente alcuni aspetti della moto. Dare un occhiata a pedane, viti carene, bulloni vari (bulloni pinze freno, perni ruota, bulloni corona, bulloni leve e semi manubri), verificare che non ci siano perdite di liquidi o olio. Controllare spesso le pressioni dei pneumatici, variano molto in base alle temperature. Per chi va in pista, controllare le pressioni dei pneumatici prima dell'inizio di ogni turno e per chi usa le termocoperte, verificare se la spia è accesa e le gomme sono calde, succede spesso che convinti sia tutto a temperatura, si entra decisi e si cade, causa gomma fredda. Capita che magari passa qualcuno e stacchi il cavo per errore, succede che salta la corrente per svariati motivi ecc, quindi se ci accorgiamo che le gomme non sono in temperatura, evitiamo di farci male.

Ricordatevi sempre, al primo posto per divertirsi, c'è sempre la sicurezza. E adesso, date gassssssss.........

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati